il blog delle classi seconde - Scuola Secondaria I grado -Petacciato (CB) - A.S. 2017-18

il blog della III B - classe 2.0 Scuola Secondaria I grado - Petacciato (CB)




giovedì 28 gennaio 2016

La parola ai ragazzi
E' giusto abdicare alla propria cultura?

15 commenti:

  1. Secondo me non è giusto, perché è la NOSTRA cultura e non doveva cambiare. È come se ci siamo sottomessi.

    RispondiElimina
  2. NO! Non è assolutamente corretto nei confronti del nostro bellissimo Paese fare uno strappo alla nostra cultura.
    Le sculture, si sono nude, ma vengono apprezzate e lodate cosi come sono.
    Non bisogna fermarsi all'esteriorità, bensì bisogna capire che dietro ogni singola opera d'arte c'è una storia.
    Questa idea non è condivisa? Ci si adegua, e anche senza criticare!!!!!!!!
    -Martina Suriano

    RispondiElimina
  3. Secondo me, non è giusto perché tutte le culture sono importanti e tutte le persone le dovrebbero rispettare.
    Carmela

    RispondiElimina
  4. Secondo me tutto cio non è giusto perchè la nostra cultura deve essere rispettata allo stesso modo della loro.Noi possiamo essere tolleranti verso tutto ma loro avrebbero avuto questo atteggiamento nei nostro congronti? Non credo ed è per questo che dico di non farci condizionare da tutto ciò che ci circonda. Le opere italiane sono le piú invidiate in tutto il mondo ed ora ce ne dobbiamo privare per la scandalizzazione di un presidente provocato dalla loro cultura . allora dico facciamo rispettare almeno per le poche cose che ci rimangono e non bisogna ascoltare ogni lamentela altrui, proteggiamo ciò che è nostro! Ed è per questo motivo che dobbiamo mostrarle non ridurne la visione!!! Ricordate "LA CULTURA È LA MIGLIORE ARMA CONTRO L'IGNORANZA"
    ~Alice Lorito~

    RispondiElimina
  5. Secondo me non è giusto, perché se i nostri monumenti non rientrano nei canoni delle loro religioni non va bene che noi dobbiamo rinunciare alla nostra, o oscurarle e comprirle , possono semplicemente non vederle. Noi abbiamo fatto un grande errore sottomentendoci a loro perché noi dobbiamo rispettare le loro culture , mentre loro possono fare quello che vogliono con la nostra. Secondo me quella che noi abbiamo fatto non significa essere aperti culturalmente ma ESSERSI SOTTOMESSI A GENTE CHE ESIGE RISPETTO E CHE POI E' LA PRIMA A NON RISPETTARE LE CULTURE ALTRUI.

    -Fabiola Colella-

    RispondiElimina
  6. Secondo me, siamo stati troppo disponibili. Per secoli gli artisti italiani si sono espressi con lo stile del nudismo femminile. Coprire le statue, per me è stato come coprire la nostra cultura, le nostre opere, i nostri pensieri.... Ognuno deve avere rispetto del prossimo, ma così è troppo...

    RispondiElimina
  7. Io penso che ognuno ha la propria cultura e bisogna rispettarla, come noi rispettiamo quella degli altri anche loro devono rispettare la nostra. Probabilmente in questo episodio il nostro governo ha permesso questo per non entrare in conflitto ma rimane una cosa ingiusta per il nostro paese poiché secondo me in questi casi bisogna difendere la propria cultura.
    - Gabriella Ramondo

    RispondiElimina
  8. Allora, io penso che non sia per niente giusto cambiare la nostra cultura solo perché ad altra gente non sta bene. Sono tantissimi anni, ma davvero tanti, che è in vigore la nostra cultura, dove il nudismo è tra le cose più belle. Non credo proprio che gli italiani, andando in altri posti critichino la cultura di quella determinata nazione. Noi ci facciamo sottomettere sempre di più, e questo, per i miei gusti, non va assolutamente bene. Ora siamo davvero stufi di stare agli ordini degli altri, dove sono finiti i nostri diritti? Si può avere tutti i difetti di questo mondo, ma i diritti altrui vanno sempre e comunque rispettati, per buona educazione, a prescindere da tutto il resto.
    -Alberta Fariello

    RispondiElimina
  9. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

    RispondiElimina
  10. Secondo me, non è giusto coprire queste statue,per gente a cui non sta bene,esse hanno fatto storia e fanno parte della nostra cultura, quindi desidero che queste statue si scoprono per il rispetto di tutta L'ITALIA

    RispondiElimina
  11. Secondo me nascondendo delle statue che tutto il mondo ci invidiava abbiamo sbagliato. Questa è casa nostra, e ognuno in casa sua può esporre quello che vuole, senza essere criticato dagli altri.

    RispondiElimina
  12. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

    RispondiElimina
  13. Io trovo ingiusto che quelle statue siano state coperte,poichè rappresentano dei pilastri della nostra cultura, un segno distintivo della nostra nazione e se ci sottomettiamo a chiunque possa offendersi nel vederle e come se rinnegassimo la nostra cultura e la nostra arte invidiata in tutto il mondo.Inoltre aggiungo che se noi andiamo in un paese straniero dobbiamo rispettare la cultura di quel Paese anche se non ci piace e viceversa se uno straniero viene nel nostro Paese deve rispettare la nostra cultura anche se non gli piace, perchè la cultura è ciò che contraddistingue gli stati rendendoli unici al mondo
    Federico Di Gennaro

    RispondiElimina
  14. Secondo me siamo noi che abbiamo sbagliato coprendo le nostre statue comunque abbiamo assecondato altre culture e loro dovrebbero fare la medesima cosa

    RispondiElimina
  15. A mio parere è stato sicuramente un grande sbaglio coprire le statue che costituiscono: un patrimonio italiano, ma anche mondiale. L'Italia è una terra ricca di cultura che deve essere esposta al mondo intero, non coperta. Sicuramente abbiamo mostrato la nostra apertura mentale e sociale, preoccupandoci della cultura estera, ma se riflettiamo gli stranieri che vivono in Italia si ambientano alla nostra cultura o continuano a praticare la loro? Continuano a praticare la loro ,e quindi anche la nostra meravigliosa, storica e invidiata da tutti i Paesi ,cultura non deve essere abdicata. Spero che noi giovani continueremo a portare avanti a testa alta le bellezze della nostra splendida Italia.
    -Benedetta

    RispondiElimina